Suggerimento parametri per la prima V Curve


#1

Buongiorno Leonardo, buongiorno a tutti gli utilizzatori di Voyager. Finalmente sono riuscito a provare Voyager “live” sul cielo, dopo aver seguito con una certa continuità i video tutorial su Vimeo, e tutto mi sembra estremamente robusto ed affidabile. Mi sono trovato a creare la mia prima V-Curve con il setup che possiedo; muovo verso la prima stella disponibile (Point Closest Focus Star with Robostar), e inizio, utilizzando i parametri di default (ovviamente con il sistema vicinissimo al fuoco) con il V-Curve First Light Wizard; la calibrazione non va a buon fine, dopo una esposizione, nella quale si vede la stella scelta per il fuoco, le successive non vanno a buon fine, e nella Dashboard di Robofire si vede solo la prima esposizione, e poi viene generato un messaggio di errore: Find Star Error, retry. Al terzo tentativo, Voyager ovviamente ferma l’operazione. Spulciando il .log file, ho trovato questo messaggio: Star too Dim, scaling flux to min 100000. Quindi, devo aumentare il valore MAX Flux (in Robofire Configuration) a 100.000 (ovvero 100 [x1000])? In un tuo tutorial, accenni all’eventualità che i parametri di default debbano essere rivisti in base alle caratteristiche di ogni setup. Io riprendo con un rifrattore 103/825 ed una camera CMOS QHY 163m con i pixel da 3.8, con una scala d’immagine di 0,95 arcsec/pixel.

Se possibile, e se ti interessa per le tue personali statistiche, ti invierò il .log file via mail, ritengo che questa discussione possa interessare anche altri utilizzatori, quindi ho preferito includerla nel forum.

Grazie, buona giornata.


#2

Ciao ROberto, quei valori di flusso min e max di solito vanno bene nel 90% dei casi. Nel tuo caso quei pixel piccoli portano la stella a dilatarsi su tanti pixel ed è necessario incrementare entrambi i valori. In generale devi annotarti il flusso che leggi nella dashboard (oppure a posteriori nel log) quando voyager esegue lo scatto al minimo tempo e quello al massimo. Quei valori devono rientrare entro i limiti messi nei settaggi, altrimenti li inserisci a loro posto (ricordati di dividere per 100). Facendo cosi si riesce a tarare in fretta ma devi seguire la dashboard. Altrimenti puoi moltiplicare per 10 il flussominimo e per 100 il massimo.

Ricordati di settare la magnitudine per filtro altrimenti se scegli una stella troppo forte o troppo debole non è sufficiente scegliere il flusso minimo e quello massimo. La luminanza magari ti conviene restringere la magnitudine verso quello più deboli.

Se hai bisogno puoi sempre utilizzare il gettone remoto per tarare il sistema.

Saluti
LO


#3

Grazie Leonardo, questa sera proverò il “tweak” di questi valori inserendoli nella configurazione di Robofire, e poi ti farò sapere. Mi farebbe piacere usare l’assistenza remota, purtroppo al momento non dispongo di una connessione sufficiente per gestire una connessione remota nel piccolo osservatorio del quale dispongo.

Grazie ancora…